STRAORDINARIO 2018: i superlativi assoluti del panorama enogastronomico italiano

Il PREMIO DELLA CRITICA STRAORDINARIO 2018 è un riconoscimento ad un piatto di INTEGRAZIONE ed un tributo all’eclettismo di Valentina Chiaramonte, Executive Manager & Resident Chef di FUD OFF.

OFFESTIVAL-28

CHORBA è Maghreb, Armenia, Balcani, Est Europa e profondamente Sicilia.

Una zuppa che esprime la cultura musulmana ed il sentire univoco delle due sponde del Mediterraneo, sapori carismatici, umorali ed identitari che sublimano il grano spezzato e la quintessenza del mare e del pescato sostenibile.

STRAORDINARIO-13
Ricky Licandro e Valentina Chiaramonte

La cucina di FUD OFF è da sempre un laboratorio sperimentale di emozioni gastronomiche, che hanno detonante espressività ed orizzonti in divenire. 

#OFFESTIVAL-23
Francesco Fred Line e Domenico Cosentino, Bartender FUD OFF

Attraverso la passione per le contaminazioni e le sinergie tra arte, cultura e gusto, Catania vanta in via Santa Filomena, un’enclave di adamantina avanguardia europea.  Un lavoro d’INTEGRAZIONE che qualifica la missione e l’etica della grande famiglia FUD: l’Ambasciatore del Gusto Andrea Graziano, negli anni ha saputo valorizzare il capitale umano internazionale dei Collaboratori che lavorano presso le sue aziende, donando loro un inserimento sociale nel contesto delle realtà di Catania, Palermo e Milano e la gioia che traspare dai sorrisi di ciascuno. Le aziende FUD danno lavoro a centinaia di giovani e piccoli produttori e sono modello imprenditoriale di successo, sviluppano in modo replicabile ed innovativo un progetto d’impresa, e portano in scena ogni giorno il piacere del gusto della convivialità.

STRAORDINARIO-02.JPG

Tra i protagonisti dell’evento STRAORDINARIO, Produttori, Aziende Agricole, Artigiani del Gusto, Pasticceri della tradizione e della sperimentazione contemporanea, panificatori appassionati e lungimiranti come Francesco Arena, dello storico panificio di Messina, che ha curato i lievitati anche delle portate in degustazione di molte Stelle della gastronomia presenti.

STRAORDINARIO-05.JPG

Messina sotto coperta reinventa la focaccia simbolo della supremazia mare-monti della Città dello Stretto, che sa parlare al cuore ad ogni assaggio:

STRAORDINARIO-01.JPG

Scarola, pomodoro fresco, acciughe, formaggio dal latte dei pascoli dei Nebrodi e l’infinita esperienza che da generazioni, trasforma al Panificio Arena di Messina l’Arte Bianca in gusto e salute, attraverso la ricerca di farine autoctone e funzionali.

 Gli assaggi indelebili della serata:

STRAORDINARIO-18.JPG

Angelo Pumilia, chef de La Foresteria Planeta, wine relais di Menfi, ha ideato una tapas ispirata alla grande tradizione italiana, sorprendendo all’assaggio per l’inedita trama del reale di manzo in salsa verde.

STRAORDINARIO-21.JPG

Chef Giuseppe Raciti di Zash Country Boutique Hotel, continua ad ammaliare con l’eloquenza del suo pane cunzato, che racchiude in ogni morso la passionalità della Sicilia: olio evo ed origano come leitmotiv ed umami di pomodoro e formaggio fuso a suggerire più di un bis.

Cortile Arabo-01

Massimo Giaquinta ha trasferito sull’Etna le suggestioni di Marzamemi: lo chef di Cortile Arabo ha celato il gambero rosso nell’aria di pomodoro, donando freschezza clorofillica attraverso la polvere di spinaci, creando il suo cappuccino mediterraneo.

STRAORDINARIO-25.JPG

Gioacchino Gaglio, chef di Gagini Social Restaurant a Palermo, ha dato anima alla Cipolla Paglina di Castrofilippo, con “Acqua Pane e Cipudda”, emblema della cultura contadina. Un alimento spesso sottovalutato, che elaborato attraverso le tecniche di alta cucina dello chef Gioacchino Gaglio, diventa una portata simbolo dalle apprezzare virtù antiossidanti e nutraceutiche della cipolla.

STRAORDINARIO-29.JPG

STRAORDINARIO 2018 è stata anche la festa di realtà imprenditoriali che seguono ogni fase della produzione e della ristorazione:

STRAORDINARIO-39.JPG

la porchetta di maialino nero cotto a legna di Giuseppe Oriti, ha sedotto il pubblico per l’unicità dei suoi aromi. Carni che hanno un valore nutrizionale peculiare grazie all’alto titolo di acidi grassi essenziali polinsaturi conferiti dall’allevamento allo stato brado.

STRAORDINARIO-06.JPG

A Caval Tonnato di Fud Bottega Sicula, ha visto schierati alcuni dei protagonisti dei miracoli del gusto di FUD: gli chef David Agbale, Gabriele Cardella, Carlo Zuccaro e Ricky Licandro.

STRAORDINARIO-11.JPG

Il principe delle braci catanesi, il cavallo, in una versione da assaporare in punta di dita: pane vita, noce di cavallo aromatica e fondente ed una salsa tonnata da visibilio.

STRAORDINARIO-12.JPG

Sedici le cantine dell’Etna che hanno saputo vivacizzare il wine pairing. Menzione speciale per l’Azienda Vinicola Barone Beneventano della Corte, l’Etna Rosso 2016 ha trionfato come vino in abbinamento al miglior piatto decretato dalla giuria popolare.

STRAORDINARIO-31.JPG

Cantine Di Nessuno con NEROSA, Etna DOC da uve Nerello Mascalese e Cappuccio vinificato in rosé, ammalia sempre per la versatilità di abbinamento e la godibilità sensoriale.

STRAORDINARIO-32.JPG

Il festival enogastronomico STRAORDINARIO nasce da un’idea di Andrea Graziano e di Barbara e Marco Nicolosi della tenuta Barone di Villagrande, location etnea dell’evento dei superlativi assoluti del panorama enogastronomico italiano.

STRAORDINARIO-10.JPG

Nuovo evento al MARINA DEL NETTUNO: lo Chef PASQUALE CALIRI ospita ENRICO DERFLINGHER, EUROTOQUES ITALIA

Al Marina del Nettuno è in arrivo uno chef di grande prestigio, Enrico Derflingher il presidente nazionale di Eurotoques Italia che ha cucinato per i reali inglesi e per la casa Bianca. Il prossimo trenta luglio, con il presidente di Eurotoques Italia Enrico Derflingher e lo chef Pasquale Caliri ai fornelli, il via alla nuova stagione di Eurotoques Italia in Sicilia.

La cena evento sarà anche l’occasione per rilanciare i nuovi programmi di Eurotoques Italia con la nomina del palermitano Giovanni Porretto a capo della sezione siciliana, coadiuvato dal collega Giuseppe Triolo.

“Siamo piu forti se uniti – scrive in una nota il presidente di Eurotoques l’unica associazione di cuochi riconosciuta a livello europeo e già presieduta dal compianto Gualtiero Marchesi– le nostre tante iniziative hanno come comune denominatore la volontà di valorizzare le materie prime, la cucina italiana ed i cuochi puntando quindi alla educazione alimentare ed alla formazione.

Un aspetto sul quale non ci stancheremo mai di insistere – continua – è il legame tra enogastronomia e turismo: chi sceglie di viaggiare in Italia come in Sicilia non lo fa solo per il nostro patrimonio storico, artistico e culturale del nostro paese, ma anche per l’eccellenza della nostra cucina”.

L’incontro tra i due chef si presenta allettante anche sotto il profilo gastronomico.

Enrico Derflingher e Pasquale Caliri cucineranno insieme un menu di alta cucina riservato agli ospiti, giornalisti e foodblogger.

“Il presidente – preannuncia Caliri – che è uomo del Nord stavolta cucinerà un piatto di mare ed io invece preparerò un secondo di terra ed il dessert”.

Durante l’incontro, lo chef del Marina, annuncerà un suo nuovo ed ambizioso progetto : un grande evento Eurotoques da svolgersi nella nostra città, sul quale ancora vige ampio riserbo.

“Ancora una volta – ha commentato lo chef del Marina Del Nettuno orgoglioso dell’iniziativa – Messina sarà al centro dell’attenzione del mondo dell’alta gastronomia”.

Chef Pasquale  Caliri, che di Gualtiero Marchesi è stato allievo, è infatti da anni impegnato nell’ambizioso progetto di rilanciare la nostra provincia sotto i riflettori dell’alta cucina internazionale.

L’Ambasciatore del Gusto, lo chef Gioacchino Sensale in scena per una nuova Gourmet Experience

L’Ambasciatore del Gusto, lo chef Gioacchino Sensale racconta la sua cucina attraverso la “Gourmet Experience” che si terrà giovedì 26 luglio alle ore 20:30 sulla terrazza che si affaccia a bordo piscina della raffinata location dell’hotel Dolcestate, a Campofelice di Roccella (Pa).

Forte del connubio vincente tra tradizione e modernità, tecnica e passione nella cucina dello chef Gioacchino Sensale, classe 1981, originario di Capaci. Da qualche mese insignito della prestigiosa nomina di Ambasciatore del Gusto, lo chef Sensale è stato due volte Medaglia d’oro e titolo di campione d’Italia assoluto agli Internazionali d’Italia con il Culinary Team, e un argento ai Mondiali di cucina a Lussemburgo.

Nel corso della sua carriera Sensale è stato insignito di diversi riconoscimenti tra i quali del premio “Orgoglio siciliano” conferito dalla S.I.E.

Cefalù-01.JPG

GOURMET EXPERIENCE

 

Aperitivo di benvenuto con amuse-bouche

Gambero rosso con geleè di cetrioli e yogurt

 

Antipasto

Fiori di zucca con ricotta e lime, corallo di ricci e semi di zucca tostati

Tentacolo di polpo alla griglia su crema di carote e zenzero, gocce di aglio e crumble alle olive nere

Primo

Carnaroli della riseria Gazzani mantecato con scarola, provola affumicata delle Madonie, totano scottato e limone

Raviolo di pasta all’uovo con tenerumi e la sua zucchina, ostrica e succo di datterino

Secondo

Lingotto di Dentice scottato, spuma di patate arrosto, cipolla rossa al sale e neve di nocciole dei Nebrodi

Pre-Dessert

Un Cubo di anguria mille sfumature

 

Dessert

La mia Isola

Cefalù-02.JPG

Per info www.hoteldolcestate.com

 

PIPERO ROMA, il paradigma dello stile

Il paradigma di un’indimenticabile esperienza di gusto a Roma ha le coordinate del Ristorante PIPERO, non più al Rex, ma nell’incantevole palazzo di corso Vittorio Emanuele II, di fronte alla Chiesa Nuova, che si specchia nelle vetrate delle sale dai volumi tripli, in cui l’arte contemporanea ed il design più squisito non hanno soluzione di continuità con la sinfonia del Gusto.

Pipero-31.JPG

In sala Alessandro Pipero orchestra l’ospitalità con stile iconico, verve incisiva ed un misticismo sofisticato e seduttivo.

Nell’innata eleganza di tutto lo Staff, brilla il carisma magnetico del Maître Achille Sardiello, che come nessuno sa captare i desideri e trasformarli in emozioni, con dovizia, classe e carezzevole professionalità.

Pipero-10

Il paradigma, ancora il paradigma… ti sorprende di piacere ad ogni composizione sussurrata dalla Cucina, in un crescendo di trame ed esercizi di stile dello Chef Luciano Monosilio, istrionico filosofo della pasta, ardito e sempre convincente nelle sperimentazioni.

Pipero-13

Alessandro Pipero, arbiter elegantiarum che riesce a narrare ciò che i sensi percepiscono attraverso la sorpresa, dal fumo mediterraneo delle olive alle monografie sudamericane dei tacos che vorresti non finissero mai.

 

Pipero-03

Il paradigma della pizza bianca romana, della tartare d’oca che ha il brivido della mela al dragoncello e la salsa vaporosa al miele e senape.

Pipero-07

Voluttuoso e calligrafico il ritratto di crostacei, dal lussurioso compendio di  asparagi bianchi affumicati che vivacizzano l’idillio sensoriale.

Pipero-06

Ti travolgono le dimensioni multiple della cremosità dell’uovo poché, ed i sentori tannici e penetranti del Lapsang Souchong. Una nuvola che arriva come un messaggio d’amore, tratteggiato dalla coralità del Servizio.

Pipero-09

I primi piatti hanno la detonante allure dei numeri primi, unici e stupefacenti nell’identità dello Chef Luciano Monosilio, supremo nella sublimazione della letteratura del gusto.

Pipero-17

Imprescindibile il passaggio della Carbonara, universalmente riconosciuta come Patrimonio dell’Umanità, che non mette in ombra però la felicità dell’assaggio di ogni altra referenza.

Pipero-12

 

La contemplazione al palato del rombo, della costellazione di broccolo romanesco e della cremosità di un ricordo di bernese, ti fa meditare sulla sottile differenza tra eleganza e raffinatezza.

Pipero-18

Ti specchi nella glassa degli choux, ne percepisci distintamente aromi e superba esecuzione, ti trastulli con i tartufini e le mandorle sabbiate, ed indugi nel dinamismo dello zafferano e cardamomo, e prometti a te stessa che stavolta non passerà così tanto tempo, da Pipero Roma ci lasci il cuore.

 

PIPERO ROMA

Corso Vittorio Emanuele II 250
Roma

339 7565114

06 68139022

Aperto dal Lunedì al Sabato
dalle 12:30 alle 14:30 e dalle 19:30 alle 22:30

Il modo smart di nutrirsi: il NUOVO PANE dell’Ambasciatore del Gusto Francesco Arena

Il gusto ed il benessere: esigenze imprescindibili che nella routine quotidiana a volte divergono, per la fretta di pasti fuori casa o perché si tende a scegliere cosa portare a tavola secondo le calorie o la monotonia dell’abitudine, e non in base ai nutrienti essenziali.

Il pane, l’alimento su cui si basa l’alimentazione mediterranea, oggi viene discriminato, perché i prodotti da forno più consumati sono spesso privi del loro valore alimentare proprio, a causa delle farine di bassa qualità utilizzate e degli additivi alimentari impiegati per migliorarne la panificabilità.

Non di rado, pane e pasta vengono identificati come “calorie vuote” o come alimenti indigesti e responsabili di patologie metaboliche ed intolleranze alimentari.

Rossetto e Cioccolato-88.JPG

Sono più di cinquanta le cultivar di grani autoctoni che illustrano la ricchezza  e l’unicità del patrimonio del gusto siciliano, il recupero della coltivazione dei grani antichi ha dato nuovo slancio alla valorizzazione nutrizionale ed organolettica dei prodotti da forno.

La ricerca scientifica e tecnologica, l’attenzione salutistica e la dedizione a veicolale benessere attraverso la fragranza del pane appena sfornato, hanno ispirato l’unicità della proposta e la polifonia dei lievitati del Panificio Masino Arena a Messina.

Dal 1939 il Panificio Masino Arena perpetua l’artigianalità dell’Arte Bianca attraverso il rispetto delle lunghe lievitazioni naturali, le attente selezioni delle farine e le tecniche di panificazione tramandate da generazioni.

Lo Chef e Ambasciatore del Gusto Francesco Arena ha innovato la ricchissima offerta di pani, focacce e lievitati dolci e salati, andando oltre ai grani autoctoni siciliani, puntando sull’alimentazione funzionale e sulla nutraceutica.

Il pane diventa così un alimento salutistico e di prevenzione, un integratore alimentare di antiossidanti, acidi grassi essenziali utili alla funzionalità del  sistema cardiovascolare e nervoso ed il gusto acquista il valore aggiunto del benessere.

Rossetto e Cioccolato-79.JPG

Lo Chef Francesco Arena veicola un messaggio profetico e che oggi ha il dovere della prevenzione delle più diffuse patologie degenerative e dell’educazione alimentare a tutte le età:

alimentarsi non significa solo saziarsi, alimentarsi significa anche nutrirsi, assimilando non solo macronutrienti utili al fabbisogno energetico, ma soprattutto portando a tavola salute attraverso alimenti funzionali.

I lievitati speciali del Panificio Masino Arena a Messina sono arricchiti da zenzero, curcuma, semi e frutta secca come golosa fonte di acidi grassi omega-3 e farina di cladodi di fichidindia, preziosa per abbassare l’indice glicemico del pane e dei lievitati.

L’olio extravergine di oliva è l’alimento mediterraneo antiossidante per eccellenza, le focacce del Panificio Masino Arena prevedono il suo utilizzo a crudo, per esaltare  gli ingredienti di pizze e focacce gourmet.

Rossetto e Cioccolato-80.JPG

L’offerta gastronomica del Panifico Masino Arena a Messina, spazia dall’istituzionalità della superba Focaccia Messinese preparata con ingredienti di altissima qualità, alle innovative ed irresistibili pizze realizzate con acqua di mare ricca di oligoelementi essenziali ed arricchite da una selezione di ingredienti unici, come i pomodorini gialli campani, foglie di cappero, alghe, gamberi di nassa o tutto ciò che di stagionale possa ispirare la fantasia dello Chef Francesco Arena, Ambasciatore di gusto e di salute!

 

Panificio Masino Arena

Via Consolare Pompea, 162
Sant’Agata

Messina

Tel/Fax: 090 391773

Cell: 3474361164

 rnafnc@gmail.com

Aperto tutti i giorni escluso il mercoledì pomeriggio.

OFFESTIVAL, detonante avanguardia a Catania

FUD OFF, in via Santa Filomena a Catania, è la rivoluzionaria cellula sperimentale delle connessioni lisergiche tra Alta Cucina ed Arte Mixology che torna a dettare i canoni degli imperdibili eventi del gusto.

#OFFESTIVAL-23.JPG

L’ultima cena a quattro mani ha visto protagonista, insieme all’ Executive Manager & Resident Chef Valentina Chiaramonte, l’eclettica ed istrionica Chef di Coromandel Roma, Ornella De Felice, che ha saputo sedurre con l’epifania dei suoi sapori: nitidi, verticali ed assoluti.

#OFFESTIVAL-56.JPG

L’incantevole raffinatezza di Sabina Nicastro ha affiancato per la serata, lo stile iconico di Domenico Cosentino, BarManager di FUD OFF, appena nominato membro del Drink Team 2018.

#OFFESTIVAL-42

Sabina Nicastro, ingegnere alchemico, ha elaborato con sofisticata sensorialità drink in abbinamento alle portate, capaci di trasmettere le percezioni di viaggi emozionali.

#OFFESTIVAL-11

Il suo ginT(è)onic ha reiventato il gin tonic in chiave ludica, riportando alle vellutate tannicità delle bevande estive, attraverso sussurrate essenze zen.

#OFFESTIVAL-45

Lo SMOKEDHoney ha illustrato un’iperbole attorno all’idromele di melata d’abete del Maestro Andrea Paternoster: un drink dalle cupe percezioni fumé, vibrante di cangianti brividi esperidati.

 

Lapilli sfrigolanti in picchiapò e sensuali capesante alla salsa di passion fruit e petto d’anatra affumicato, hanno sancito il ritmo hardcore dell’evento. Sapori totalizzanti supportati da magistrale tecnica esecutiva di Ornella De Felice.

Quasi come un ologramma di puntarelle, il daikon è stato magnificato dalla sabbia di mandorla tostata, dalle zeste di limone verdello e dalla nordic wave dei ribes rossi, in un seducente intermezzo che ha saputo conquistare al primo assaggio.

Scottish Courage è il drink del Resident Bartender Domenico Cosentino che si sviluppa sullo studio dell’anetolo, valorizzando il finocchio brasato di Valentina Chiaramonte. Una dualismo tantrico tra la carnalità del finocchio e la sublime crema di cipolle montate alla birra, in un ricordo di melassa di fichi.

Domenico Cosentino torna a sorprendere con un suo signature drink, per l’occasione ribattezzato Zarina ed impreziosito dall’esotismo dello yuzu, evocando idealmente lo Sherry della mousse di fegatelli, esercizio di stile di  Valentina Chiaramonte.

#OFFESTIVAL-40

Mineralità, freschezza tannica delle favette ed umoralità del superbo trancio di scorfano in una vertigine di contrasti.

L’intensità della fragranza della radice di cren ha anticipato la verve di un risotto indimenticabile: aringa e polline, nella cremosa mantecatura, che al variare delle temperature ha scandito la sua cangiante armonia.

#OFFESTIVAL-54

La polifonia del melone glacé è stata scelta come preludio ad un’esegesi del cioccolato bianco: 

 

lamponi e il croccante al wasabi per regalare sospiri di lussuriosa golosità, in sublime analogia al Poeta, il cocktail finito con panna lucida al rosmarino, a tatuare come un bacio il desiderio della prossima data della kermesse #offestival.

#OFFESTIVAL-67.JPG

Andrea Graziano  anima di FUD e FUD OFF, Ambasciatore del Gusto e mente pratica e programmatica delle sinergie artistiche, culturali ed imprenditoriali che trascendono la dimensione del gusto, ha già in serbo nuovi ed entusiasmanti progetti… #steitiuuund

#OFFESTIVAL-61

#OFFESTIVAL

per il calendario, info e prenotazioni:

tel. 392 1316276

info@fudoff.it