L’Associazione LE SOSTE DI ULISSE celebra la Festa del Mandorlo in Fiore

Una serata conviviale ed una celebrazione corale della primavera nel parco della Valle dei Templi, quella appena andata in scena, in occasione della Festa del Mandorlo in Fiore, al Ristorante La Terrazza degli Dei all’Hotel Villa Athena di Agrigento, per una luxury experience stelle immersa nel cuore del parco archeologico e naturalistico che in questo periodo espone la poesia di un hanami tutto siciliano, bene culturale dichiarato dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Villa Athena-03.JPG

Un evento che ha visto protagonisti cinque Chef dell’Associazione Le Soste di Ulisse e che ha presentato alla stampa di settore e agli ospiti in nuovo Executive Chef di Villa Athena, Nino Ferreri, giovanissimo talento dell’Alta Cucina, che si è formato nella brigata del Ristorante Cuvée du Jour al fianco dell’Executive Chef Carmelo Trentacosti e dello Chef Salvatore Garbo, pronti ad una nuova stagione di attesi eventi a Villa Igiea a Palermo.

Villa Athena-10

L’antipasto elaborato dall’Executive Chef di Villa Igiea, Carmelo Trentacosti, ha condotto gli ospiti attraverso le atmosfere oniriche del suo scrigno fine dining, il ristorante Cuvée du Jour: il tonno speziato ai sentori peruviani, ha entusiasmato gli assaggi con la sensorialità passionale delle sue uova ed attraverso la matrice panormita della cipollata in agrodolce, diaframmata dalla cosmopolita visione dello Chef.

Villa Athena-12.JPG

La letteratura del gusto trapanese da sempre brilla nella cucina intellettuale dello Chef Gaetano Basiricò, ambasciatore dell’integrazione gastronomica di un Nordafrica – che alle nostre latitudini – ha un sentire condiviso nell’umoralità della cucina marinara. Nell’intensità del ristretto di molluschi all’aglio rosso di Nubia, la croccatezza dei ceci tostati e la purezza mandorla hanno saputo contestualizzare la classicità in un’edizione di ricordi e folklore, evocando càlia e simènza e la gioia celebrativa della fioritura dei mandorli.

Villa Athena-15.JPG

La brezza del mare caraibico di Terrasini, in un respiro di salsedine, mitili e verace intensità: la creatività dello Chef Giuseppe Costa ha saputo narrare la mineralità espressiva degli ortaggi clorofillici e delle cozze, in un dualismo di brio e vivacità, nell’allusività della pasta fresca a mimare la morfologia dei molluschi bivalvi.

Villa Athena-16.JPG

Nino Ferreri torna in Sicilia grazie alla Famiglia D’Alessandro, dopo tanti anni al fianco dello Chef Felice Lo Basso, ha lasciato le guglie del Duomo di Milano per rivalutare la cucina siciliana, in un contesto di ospitalità ricercata e culturalmente emblematico: Villa Athena si proietta sul Tempio della Concordia, e gode di un orto, di un uliveto e di un agrumeto che promettono di assaporare l’essenza della Valle dei Templi.

La pasta con le sarde, in transizione tra inverno e primavera, fiorita nel tortelli e nell’infusione di limone e finocchietto selvatico. Un tributo alla ritrovata Sicilia.

Villa Athena-18.JPG

L’esperienza di una scampagnata primaverile e della convivialità delle grigliate sulle braci ardenti, tatuate all’assaggio con l’emblematica essenza affumicata dell’olio extravergine delle Terre di Shemir. Dal recupero etico dell’endocarpo legnoso della mandorla e dalle storie che i tangini siciliani custodiscono, nasce il filetto dell’Executive Chef del ristorante La Madia, due stelle Michelin a Licata.

Il Presidente dell’Associazione Le Soste di Ulisse Pino Cuttaia, ha portato in trionfo anche un ingrediente di prossimità, il carciofo spinello di Licata, fondente e conturbante  nella sua caratterialità salmastra e paradigma di biodiversità.

Villa Athena-20.JPG

Gelatina di amarene, salsa d’arancia ed agrumi a vivacizzare la perlescenza della mousse alla mandorla, in un dessert che ha esposto l’Alta Scuola del Pastry Chef Giovanni Cappello, nell’estetica dei volumi, nell’equilibrio dei bilanciamenti tecnici ed aromatici e nell’idillio del sablée: una frolla di magistrale esercizio di stile.

 

 

Le portate sono state impreziosite dal pairing ai vini Duca di Salaparuta, Firriato, Cusumano, Donnafugata e Florio.

Post-per-facebook-festa-le-soste-1-1

Appuntamento all’atteso evento internazionale di fine mese a Siracusa!

Gourmet Expérience, il terzo appuntamento di convivialità ideato dallo Chef Carmelo Trentacosti

Il terzo appuntamento con gli eventi Gourmet Expérience del Grand Hotel Villa Igiea del venti giugno scorso, ha sancito la magistrale attitudine dell’Executive Chef Carmelo Trentacosti nel saper essere interprete del patrimonio del gusto siciliano attraverso il dialogo e la gioia della condivisione dell’Arte Culinaria, portando in scena insieme allo Chef Giuseppe Costa, del Ristorante Il Bavaglino di Terrasini, un’articolata e brillante cena evento a quattro mani, negli incantevoli dehors del Ristorante Cuvée du Jour.

Villa Igiea-77.JPG

Lo stesso idioma di gusto panormita, ma due personalità soliste, due carismatici interpreti ed una trionfale tavola imperiale, che hanno messo a convivio amatori e giornalisti di settore, anche per scoprire il carattere di una realtà enologica dell’entroterra isolano, i vini di Feudi del Pisciotto, l’azienda vitivinicola siciliana dell’imprenditore Paolo Panerai.

Villa Igiea-03.JPG

Dalla vinificazione rosé del Nero d’Avola, il Davolarosa Brut, spumante di Feudi del Pisciotto che ha aperto la serata, in abbinamento all’arancina di couscous, allo sfincione cremoso dello Chef Costa ed al cannolo di caponata e mandorla elaborato dallo Chef Trentacosti. 

Particolare enfasi espressiva ha riscontrato la felice liaison tra lo Chardonnay ed il risotto eseguito dallo Chef Trentacosti, una composizione dall’eco di mare ed entroterra, con plancton, ricci, cagliata di capra a latte crudo e polvere di mandarino verde. 

Il carosello dei dessert ha avuto a controcanto il Passito di Feudi del Pisciotto, in armonia col predessert dello Chef Trentacosti:

Villa Igiea-47.JPG

un esercizio di stile che gira attorno alla cremosa golosità glacé della rapa rossa, polvere di liquirizia e crumble al finocchio.

Alla Crostatina upside down dello Chef Costa e ai sublimi petit four dello Chef Trentacosti il dolce congedo e il rimando al prossimo appuntamento!

 

L’Azienda Feudi del Pisciotto abbraccia anche opere filantropiche e di tutela dei beni artistici e culturali, sostenendo il restauro dell’Eterno di Giacomo Serpotta, esponente massimo dell’arte figurativa del settecento.

Villa Igiea-41.JPG

L’Eterno battezza anche un’etichetta Feudi del Pisciotto, Pinot Noir sicilianizzato nel territori della Tenuta ed espressivo del know how dell’enologia aziendale.

 

 

 

 

Grand Hotel Villa Igiea

Salita Belmonte, 43

Palermo

Tel. 091.6312111

frontoffice-villaigiea@amthotels.it 

concierge-villaigiea@amthotels.it

Gourmet Expérience al Ristorante Cuvée du Jour, a Palermo!

il venti giugno prossimo, l’Executive Chef Carmelo Trentacosti, ospiterà presso le incantevoli sale del Ristorante Cuvée du Jour, lo chef Giuseppe Costa, del Ristorante Il Bavaglino di Terrasini, per una cena evento a quattro mani, che sarà servita ad un unico tavolo imperiale.

Villa Igiea-45

 

La sinergia tra gli chef Giuseppe Costa, già insignito di stella Michelin, e Carmelo Trentacosti nasce dall’amicizia, dal desiderio d’interpretare la cucina siciliana con estro e sensibilità, valorizzando i canoni del gusto palermitano, sempre attraverso citazioni colte e contaminazioni internazionali. Il ricercato menù sarà impreziosito dagli abbinamenti enologici che dipingeranno un evento unico ed irripetibile.

 

WhatsApp-Image-2018-05-11-at-12.06.02-1-768x576.jpeg

 

Gourmet Expérience 

Aperitif
Costa: Arancina di cous cous – Sfincione cremoso
Trentacosti: Cannolo di caponata e mandorla
vino: Davolarosa Brut (Nero d’Avola rosé)
Antipasti 
Trentacosti: ravioli di seppia con cuore di gambero rosso, la sua bisque e caviale
Costa: Foglie d’aMare
vino: Grillo 2016 etichetta Marengo
Primo

Trentacosti: riso Gallo extra con plancton, ricci di mare, formaggio di capra a latte crudo e mandarino verdello

vino: Chardonnay 2016 etichetta Ferretti


Secondo

Costa: Falsomagro di rana pescatrice con cipollotto alla carbonella

vino: L’eterno 2013, Pinot Nero

 
Dessert 

Trentacosti: rapa rossa, liquirizia e finocchio
Costa: Crostatina al contrario
vino: Passito etichetta Ferré (Gewürtztraminer e Semillon)

 

WhatsApp-Image-2018-05-11-at-12.06.03-1-768x576

 

Per info e prenotazioni:

Grand Hotel Villa Igiea

Palermo

Tel. 091.6312111

frontoffice-villaigiea@amthotels.it 

concierge-villaigiea@amthotels.it